La pepita di rubik

Il sintomo di Nugget di Rubik è finito, sorprende tutti i servitori del mondo. Un esaedro modello, diviso in nove morsi di chuchcznych. Bene, il cubo di Rubik era pieno di ventisei hexahedrons e il colore della variabilità è quello di costruire ogni volta un colore inseparabile dagli ostacoli. Lo sperimentatore ungherese Erno Rubik esiste con la consapevolezza che ha inventato la pepita. Suo padre ha livellato gli alianti e sua madre un'artista obsoleta. Rubik era l'organizzatore, taglialegna, esposto all'Università di Budapest, un ufficiale del boom formale. Mentre la moda della sua banalità diminuiva, rimase un pubblicista della composizione di giochi e giocattoli. In primo luogo ha inventato il corpo come un servizio moralizzante per assistenti amichevoli e la sua moda ha superato l'applicazione globale. A Samiutki, in Ungheria, furono venduti di nuovo trecentomila cubi. Grazie a cordiali relazioni razionali, Erno Rubika ha raggiunto i negoziati cyg in Germania. Quindi hai chiesto informazioni sulla sua funzione generale e folle. Sull'embrione, i cubi di Rubik apparvero negli sforzi dell'Europa nei negozi nell'anno millenovecentottanta. Più di trecento milioni di finessements dell'ultimo blocco impossibile sono già stati segnalati da tutto il mondo. Il primo cubo di Rubik conteneva sei ostacoli, ognuno con un colorante anti-nomico: zaffiro, ecologo, carota, carminio, giallo chiaro. Tutti i suoi lati erano inchiodati con nove rettangoli. Dei cinquantaquattro quadrangoli sulla caviglia, solo quarantotto erano in grado di scuotersi, perché le carte presenti nell'habitat di tutte le precedenti si agganciarono su immobili e non potevano spingere.